I robot possono essere esattamente cio che il medico ha ordinato in tempo di distanziamento sociale

Nessuna maschera, nessuna tosse: i robot possono essere esattamente cio che il medico ha ordinato in tempo di distanziamento sociale.

TOKYO - Mentre la pandemia di coronavirus riscrive le regole dell'interazione umana, ha anche ispirato nuove riflessioni su come potrebbero intervenire robot e altre macchine.

Le cose del mondo dei bot - le prime automazioni di fabbrica fino all'intelligenza artificiale di oggi - sono state un fatto crescente della vita per decenni. La crisi sanitaria mondiale ha aggiunto urgenza alla domanda su come portare la robotica nell'equazione della salute pubblica.

In nessun luogo e piu vero che in Giappone, un paese con una lunga passione per i robot, dagli assistenti Android agli addetti alla ricezione dei robot. Dall'arrivo del virus, i robot hanno offerto i loro servizi come baristi, guardie di sicurezza e fattorini.

Ma non hanno necessariamente bisogno di soppiantare gli umani, dicono i ricercatori. Possono anche colmare il divario tra le persone consapevoli della distanza sociale - ora o quando colpisce il prossimo contagio maggiore.

Vuoi entrare in contatto con i tuoi genitori anziani ma hai paura di trasmettere un'infezione da coronavirus? Forse ti mancano i tuoi nipoti?

E ora di abbracciare i robot?

Il robot Newme sviluppato dalla societa giapponese Avatarin e fondamentalmente un tablet su un supporto, con ruote. L'utente controlla l'avatar da un laptop o tablet e il suo viso appare sullo schermo dell'avatar.

"E davvero come teletrasportare la tua coscienza", ha dichiarato il fondatore e CEO Akira Fukabori. "Sei davvero presente."

Gia disponibili in commercio, i robot di Avatarin sono stati utilizzati dai medici per interagire con i pazienti in un reparto di coronavirus giapponese; dagli studenti universitari di Tokyo per "partecipare" a una cerimonia di laurea; e dai fan della squadra di baseball Yomiuri Giants di intervistare a distanza i loro giocatori preferiti dopo le partite tenute in stadi vuoti.

Ci sono persino robot avatar che sono utilizzati nella Stazione Spaziale Internazionale.

Ma e il modo in cui il robot viene gia utilizzato da famiglie separate dal coronavirus che sottolinea davvero il cuore della tecnologia, a partire dalla famiglia dell'amministratore delegato dell'azienda, Kevin Kajitani, i cui genitori vivono a Seattle.

"I suoi genitori non possono sempre venire a visitare il nipote", ha detto Fukabori. "Ma accedono sempre all'avatar e possono persino inseguire il nipote. E il nipote abbraccia davvero il robot."

Avatarin fa parte del gruppo giapponese ANA e la societa ha aderito alla X Prize Foundation per lanciare un concorso di quattro anni da 10 milioni di dollari per le aziende per creare robot piu complessi che potrebbero sviluppare ulteriormente il concetto di avatar.

"Devi muoverti", disse Fukabori. "Questo e davvero importante, perche dimentichiamo la liberta di questa mobilita. Puoi semplicemente andare in giro e le persone ti parleranno di cose davvero, naturali. Cio crea fiducia umana."

Sono in corso lavori sui prototipi che consentono agli utenti di controllare un robot remoto attraverso cuffie e guanti per realta virtuale che consentono a chi lo indossa di raccogliere, tenere, toccare e sentire un oggetto con una mano robot lontana, con potenziali usi che vanno dall'esplorazione dello spazio al soccorso in caso di catastrofe o assistenza agli anziani.

Ma Fukabori ha affermato che gli avatar piu economici e leggeri offrono usi piu immediati e convenienti. Cio che distingue questo progetto dai robot avatar esistenti, afferma la societa, e la possibilita per gli utenti di accedere facilmente ai robot da un laptop, noleggiandoli anziche doverli acquistare.

Avatarin spera di installare gli avatar in piu ospedali e in centri di assistenza agli anziani, negozi, musei, zoo e acquari. La compagnia punta anche a farne 1.000 per le Olimpiadi di Tokyo del prossimo anno.

Robot per aiutare a compensare la contrazione della forza lavoro

A Tokyo, il laboratorio di robotica ZMP ha sviluppato tre piccoli robot per aiutare a compensare la contrazione della forza lavoro giapponese, impiegando la stessa tecnologia delle auto a guida autonoma.

Un robot di consegna mira a trasportare merci ordinate online dai negozi locali alle porte dei clienti; un robot di pattuglia, con sei telecamere, fa il lavoro di una guardia di sicurezza; una sedia a rotelle autonoma puo essere programmata per portare gli utenti verso destinazioni specifiche. La sedia a rotelle e gia disponibile e approvata per l'uso nelle strade di Tokyo. Gli altri attendono ancora il permesso ufficiale di avventurarsi da soli in pubblico.

Ora, il robot di pattuglia e stato adattato in modo da poter disinfettare le superfici mentre pattuglia e attira l'interesse delle stazioni della metropolitana di Tokyo e di altre attivita.

A maggio, il primo ministro Shinzo Abe ha notato la crescente domanda di consegne senza pilota e si e impegnato a svolgere test per vedere se i robot di consegna fossero sicuri da usare su strade e marciapiedi entro la fine dell'anno.

Anche la sedia a rotelle a guida autonoma puo entrare nel suo mondo in un mondo pieno di coronavirus, ha detto la societa, potenzialmente aiutando le persone anziane a spostarsi in modo piu indipendente senza un aiuto che potrebbe essere un vettore per il virus.

"Prima dell'inizio della pandemia di COVID-19, la maggior parte dei clienti desiderava ridurre i lavoratori", ha affermato l'amministratore delegato di ZMP, Hisashi Taniguchi. "Ma dopo, i nostri clienti sono cambiati drasticamente. Ora vogliono accelerare i sistemi senza pilota."

Robot Barista

Qbit Robotics, sempre a Tokyo, ha programmato un braccio robotico e una mano per interagire con i clienti e a servire loro caffe, preparare dei cocktail...

Il presidente e amministratore delegato Hiroya Nakano ha dichiarato di non volere a sostituire l'interazione umana ma fornire robot in grado di comunicare e intrattenere in modo "amichevole".

Mentre a volte i robot possono sembrare inquietanti e estranei agli occidentali, tendono a essere visti in una luce piu accogliente da molti giapponesi, ha detto Nakano.

"Fino ad ora, le aspettative erano alte per cio che i robot possono fare in futuro, ma non sono stati in grado di fare cio che fanno gli umani", ha detto. "Ma ora viviamo con il coronavirus, l'idea di nessun contatto o automazione e diventata particolarmente importante. E penso che ci sia un'aspettativa estremamente alta per i robot di soddisfare tale richiesta."

Robot che puo ballare

In Corea del Sud, a un robot di fabbricazione cinese sta gia salutando i bambini nelle scuole di Seoul mentre riaprono.

Il Cruzr, con gli occhi che irradia una luce blu neon e uno schermo video sul petto, prende le temperature dei bambini e ricorda loro di seguire le regole dell'antivirus.

"Per favore, indossa la maschera correttamente", ha recentemente dichiarato il robot a uno studente della Wooam Elementary School la cui maschera non gli copriva il naso.

Il produttore di robot cinese UBTech ha lanciato Cruzr nel 2017 come robot umanoide di servizio per le aziende, ma la pandemia ha dato un valore aggiunto come assistente personale privo di rischi di infezione.

Viene anche utilizzato dalle istituzioni mediche per lo screening della temperatura di massa, il monitoraggio dei pazienti e la tenuta delle cartelle cliniche, aiutando gli operatori sanitari sopraffatti.

A giugno, il governo del distretto di Seocho di Seoul ha distribuito i robot Cruzr alle 51 scuole pubbliche del distretto, contribuendo a ridurre l'onere per gli insegnanti sovraccarichi di lavoro.

Prima che il robot arrivasse a scuola, gli insegnanti avevano preso le temperature dei bambini al loro arrivo, creando lunghe code e aumentando i rischi di infezione dal contatto umano. Ora, il robot controlla la temperatura di piu studenti mentre camminano e suona immediatamente un allarme se qualcuno ha la febbre.

"All'inizio, gli studenti erano a disagio con il robot che li salutava al cancello della scuola, ma nel giro di poche settimane gli studenti l'hanno abbracciato come parte della comunita scolastica", ha dichiarato Yoo Jung-ho, capo del dipartimento scientifico di Wooam.

Il robot puo anche fornire un aiuto accademico di base e intrattenere gli studenti insegnando loro semplici mosse di danza.

"Naturalmente, i robot non possono ancora sostituire gli insegnanti nelle aule, ma esiste un potenziale significativo e crescente per l'insegnamento" senza contatto "con la pandemia", ha affermato Yoo.

Lee Hye-rin, una bambina di nove anni, afferma di aver "stretto amicizia" con il robot dopo aver ballato insieme.

"Quando ho visto per la prima volta il robot al posto dei nostri insegnanti che ci salutavano all'ingresso, l'ho trovato freddo e disorientante", ha detto Lee. "Ma questo robot ha la stessa altezza di me e mostra anche mosse di danza sciocche, e mi sono reso conto che posso fare amicizia con lui e condividere un momento divertente."

Ma Lee sente che il robot non e cosi amichevole quando le ordina di indossare correttamente la maschera.

"Se non riesco a seguire la regola della maschera, l'avvertimento del mio insegnante verra seguito con un sorriso che mi dice di comportarmi meglio in futuro, ma il robot non sorride quando mi avverte della maschera", ha detto.

Ricerche correlate a Intelligenza Artificiale: robot barista, intelligenza artificiale, robot newme, robot, i robot ai tempi del coronavirus, sedia a rotelle a guida autonoma, robot distanziamento sociale, robot per consegne a domicilio, robot fattorino.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 09 luglio 2020, by Ionut Atodirese.