Donne egiziane condannate a 2 anni di carcere per i video di danza postati su TikTok

Cairo - Un tribunale egiziano ha condannato diverse giovani donne a due anni di prigione lunedi per aver pubblicato video di danza "indecenti" su TikTok in un caso controverso che i critici descrivono come un'ulteriore repressione dell'espressione personale nella societa conservatrice.

Le donne sono state anche multate di quasi 17.000 euro ciascuna per "aver violato i valori e i principi della famiglia egiziana", incitando alla dissolutezza e promuovendo la tratta di esseri umani, secondo una dichiarazione del pubblico ministero.

I loro avvocati hanno promesso di appellarsi contro la sentenza. L'accusa ha nominato solo due degli imputati - la ventenne studentessa Haneen Hossam e la ventiduenne Mawada Eladhm - e ha affermato che gli altri tre hanno aiutato a gestire i loro account sui social media.

Entrambe le donne hanno recentemente conquistato la fama di TikTok, accumulando milioni di follower per i loro frammenti di video impostati su orecchiabili tracce pop-club egiziane. Nelle rispettive clip di 15 secondi, le donne che indossano il trucco posano in macchina, ballano in cucina e scherzano in scenette - contenuti familiari e apparentemente addomesticati per la piattaforma.

Ma la loro celebrita sui social media e diventata la loro rovina in Egitto, dove i cittadini possono sbarcare in prigione per vaghi crimini come "abuso dei social media", "diffusione di notizie false" o "incitamento alla dissolutezza e all'immoralita".

L'avvocato di Eladhm, Ahmed el-Bahkeri, ha confermato la condanna. L'accusa ha ritenuto le foto e i video di Eladhm "vergognosi e offensivi".

"Eladhm stava piangendo in tribunale. Due anni? 300.000 sterline egiziane? Questo e davvero qualcosa di molto difficile da sentire", ha detto Samar Shabana, assistente dell'avvocato.

"Vogliono solo seguaci. Non fanno parte di alcuna rete di prostituzione e non sapevano che il loro messaggio sarebbe stato percepito dai pubblici ministeri", ha aggiunto, in riferimento ai loro post, incoraggiando le giovani donne a condividere video e chattare con sconosciuti in cambio di denaro su un altro social piattaforma multimediale.

Sebbene l'Egitto rimanga molto piu liberale degli stati del Golfo Arabo, il paese a maggioranza musulmana ha oscillato in una direzione decisamente conservatrice nell'ultimo mezzo secolo. Danzatrici del ventre, dive pop e influencer dei social media hanno dovuto affrontare contraccolpi per aver violato le norme.

La serie di arresti per "questioni morali" fa parte piu in generale di una repressione delle liberta personali che e accelerata da quando il presidente Abdel Fattah Sisi e salito al potere nel 2013.

Una petizione online ampiamente diffusa ha descritto gli arresti come una "repressione sistematica che prende di mira le donne a basso reddito" e ha esortato le autorita a liberare le nove giovani donne detenute negli ultimi mesi per aver pubblicato video su TikTok.

Nelle ultime settimane, la questione dei diritti delle donne ha galvanizzato l'attenzione nazionale in Egitto. Dozzine di accuse di violenze sessuali in serie presso l'universita piu elitaria del paese hanno suscitato incredulita, indignazione e un flusso di sostegno senza precedenti, diventando la risposta dell'Egitto al movimento #MeToo.

Resta da vedere se la tempesta di fuoco avra un'influenza a lungo termine sulla liberta delle donne in Egitto. I critici affermano che la volonta dei pubblici ministeri di scendere cosi severamente sulle donne TikTok, che tendono a provenire da famiglie a basso reddito in cui i valori tradizionali sono saldamente radicati, ha sollevato dubbi sul fatto che il movimento possa tagliare le rigide linee di classe del paese.

Ricerche correlate a TikTok: tiktok, donne egiziane condannate a 2 di carcere per dei video pubblicati su tiktok.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 28 luglio 2020, by Sara Tempesta.