Vedere non sempre crede: Google inizia a verificare le immagini

SAN FRANCISCO - Le foto non sono sempre esattamente come sembrano e Google sta cercando di semplificare l'identificazione online di immagini false o manipolate.

Google ha detto che iniziera a identificare alcune foto fuorvianti nel suo specifico strumento di ricerca di immagini con un'etichetta di verifica dei fatti, ampliando tale funzione oltre le sue ricerche e video non di immagini standard, poiche la disinformazione e dilagante online. L'etichetta di verifica dei fatti apparira su qualsiasi immagine inclusa in un articolo che verifica una foto o un altro reclamo. Un'anteprima piu grande della foto mostrera un breve riepilogo del controllo dei fatti e indirizzera gli utenti alla sua fonte.

La societa con sede a Mountain View, in California, ha usato queste etichette di verifica dei fatti per anni nei suoi principali risultati di ricerca e sul sito di streaming video YouTube. A dicembre, Google ha dichiarato che i risultati della ricerca compaiono oltre 11 milioni di volte al giorno nei controlli.

"Foto e video sono un modo incredibile per aiutare le persone a capire cosa sta succedendo nel mondo", ha scritto il product manager di Google Harris Cohen in un post sul blog annunciando le nuove etichette di verifica dei fatti. "Ma il potere dei media visivi ha le sue insidie", specialmente quando ci sono domande sull'origine, l'autenticita o il contesto di un'immagine."

Gli sforzi delle aziende tecnologiche per verificare i fatti delle innumerevoli affermazioni fatte attraverso i loro siti sono diventati un importante punto focale man mano che la pubblicita e la campagna per le elezioni statunitensi del 2020 si surriscaldano. La decisione di Twitter di etichettare due dei tweet fuorvianti del presidente Trump sulle schede di posta elettronica con collegamenti di verifica dei fatti ha fissato uno standard di fatto per le societa di social media il mese scorso. Twitter ha etichettato un altro tweet di Trump con un avvertimento la scorsa settimana dopo che il presidente ha twittato un video documentato che mostrava titoli falsi della CNN. La societa ha dichiarato di aver violato le sue politiche sui media manipolati.

La verifica dei fatti da parte dei social media e di altre societa tecnologiche e diventata comune negli ultimi tre anni - Facebook, Twitter e Google lo fanno tutti in una certa misura - ma non e affatto universale e spesso si basa su mezzi di informazione e altri partner per pubblicare un verifica i fatti e assicurati che le aziende lo vedano. Puo anche essere applicato in modo non uniforme, qualcosa che innesca lamentele.

L'amministratore delegato di YouTube Susan Wojcicki ha notato in un'intervista a Washington Post Live che la societa rimuove i video che violano le sue politiche - che vietano alcuni discorsi di odio, incitamento alla violenza e alcuni incidenti di mezzi manipolati che potrebbero causare disinformazione - che provengano da un politico o da chiunque altro. Ma la societa mantiene alcuni dei video sul sito se sono presentati nel contesto, da un rapporto di notizie o per scopi educativi, ha detto.

Gli sforzi di Google sono la prima iniziativa diffusa per cercare di verificare le immagini, ha affermato Nina Jankowicz, specialista di disinformazione presso il Wilson Center e autrice del libro di prossima uscita "How to Lose the Information War".

Vedere immagini e video manipolati puo essere molto piu convincente per le persone della disinformazione nel testo, ha detto Jankowicz, e spera che le etichette di Google almeno indurranno le persone a pensare prima di pubblicare. Non funzionera per tutti, ha detto.

"Alcune persone si limiteranno a respingere qualsiasi contenuto che credono non sia vero", ha detto. Ma altri possono mettere in pausa. "Potrebbe indurre le persone a rallentare e pensare prima di condividere."

Le foto manipolate sono uno strumento per diffondere disinformazione. Il mese scorso, Fox News ha pubblicato foto manipolate di una zona di protesta a Seattle, facendo sembrare che un isolato fosse in fiamme. Ma erano davvero piu immagini modificate insieme e il fuoco era in realta nel Minnesota.

La ricerca di immagini di Google non mostra ancora un controllo dei fatti per le foto di Fox News, che Fox ha rimosso da allora. La societa non applica etichette di controllo dei fatti a tutte le foto manipolate. Indica invece agli utenti articoli che hanno verificato le foto, se esistenti. Sta utilizzando il servizio ClaimReview, che organizza controlli dei fatti su Internet e li rende visibili ai motori di ricerca.

La compagnia ha usato l'esempio di un'immagine che mostra uno squalo gigante che nuota lungo una strada di Houston. Ora una ricerca dell'immagine dello squalo - che e stata modificata per far sembrare che una tempesta abbia fatto nuotare la fauna selvatica dell'oceano accanto alle auto - mostrera una piccola etichetta di controllo dei fatti accanto a una foto allegata a un articolo PolitiFact.

Ricerche correlate a Google immagini: google immagini, etichette di verifica immagini, google inizia a verificare le immagini.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 08 luglio 2020, by Enzo Fabbri.