Il presidente conservatore polacco vince il secondo mandato dopo una gara serrata

VARSAVIA - Il presidente conservatore polacco Andrzej Duda, che ha condotto una campagna con connotazioni omofobe e antisemite, ha vinto per poco un secondo mandato quinquennale in un fine settimana combattuto duramente, sconfiggendo il sindaco liberale di Varsavia, secondo un conteggio quasi completo dei voti.

I sostenitori di Andrzej Duda hanno celebrato quello che hanno visto come un chiaro mandato degli elettori per lui e il partito al potere di destra che lo sostiene, Legge e Giustizia, per continuare su un percorso che ha ridotto la poverta ma ha sollevato preoccupazioni sul fatto che la democrazia sia minacciata.

Critici e gruppi per i diritti umani hanno espresso preoccupazione per il fatto che la vittoria di Duda aumenterebbe le tendenze illiberali non solo in patria ma anche all'interno dell'Unione europea, che ha lottato per fermare l'erosione dello stato di diritto in Ungheria sotto il Primo Ministro Viktor Orban.

La commissione elettorale statale ha dichiarato che Andrzej Duda ha ottenuto il 51,21% dei voti sulla base di un conteggio dei voti del 99,97% dei distretti. Il suo avversario, Rafal Trzaskowski, ha seguito il 48,79% dei voti.

I risultati finali, previsti per oggi, potrebbero variare leggermente, ma il vantaggio di Duda e apparso inattaccabile. La corsa ravvicinata riflette le profonde divisioni culturali in questa nazione dell'UE.

Segui un'aspra campagna dominata da questioni di cultura in cui il governo, i media statali e l'influente Chiesa cattolica si mobilitarono a sostegno di Duda, un conservatore sociale.

Duda, che e sostenuto dal partito al potere di diritto e giustizia di destra, fece una campagna sui valori tradizionali e sulla spesa sociale in questa nazione per lo piu cattolica mentre cercava un secondo mandato di cinque anni.

Mentre la corsa si e fatta piu stretta nelle ultime settimane, Duda ha girato ulteriormente a destra in cerca di voti. Afferro i diritti dei gay come tema chiave, denunciando il movimento per i diritti LGBT come "ideologia" peggiore del comunismo.

Trzaskowski, come sindaco di Varsavia, ha firmato una dichiarazione di tolleranza per le persone LGBT che ha scatenato un contraccolpo nazionale. Il partito al potere ha denunciato i diritti LGBT come un'importazione straniera che minaccia l'identita polacca e molti comuni si sono dichiarati "liberi LGBT".

L'Unione europea ha denunciato la retorica e i gesti anti-gay e alcuni funzionari hanno chiesto che i finanziamenti dell'UE siano negati alle comunita che si sono dichiarate "libere da LGBT", per lo piu un gesto simbolico ma che ha causato polacchi gay e lesbiche a vivere nella paura.

La campagna di Duda espresse anche Trzaskowski come qualcuno che avrebbe svenduto le famiglie polacche agli interessi ebraici, attingendo ai vecchi tropi antisemiti in un paese che ospitava la piu grande comunita ebraica d'Europa prima che fosse decimata dalla Germania nell'Olocausto.

Ricerche correlate a Andrzej Duda: presidente polacco, andrzej duda, andrzej duda elezioni, elezioni polonia, duda vince le presidenziali, rafal kazimierz trzaskowski, andrzej duda ha battuto l'avversario rafal kazimierz trzaskowski.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 13 luglio 2020, by Mauro Bianchi.