Mille morti al giorno. Il Brasile supera 2 milioni di casi di coronavirus

SAN PAOLO - Mille morti al giorno.

Dalla fine di maggio, tre mesi dopo il primo caso di coronavirus del Brasile, ha registrato in media piu di 1.000 morti giornalieri in un raccapricciante altopiano che deve ancora inclinarsi verso il basso.

Giovedi sera, il ministero della sanita federale ha riferito che il paese ha superato 2 milioni di casi confermati di infezioni da virus e 76.000 morti. Anche se i casi calano un po' nelle citta brasiliane piu grandi e piu colpite, il virus sta raggiungendo il picco in nuove posizioni nel piu grande paese dell'America Latina.

Gli esperti accusano la negazione del potenziale mortale del virus da parte del presidente Jair Bolsonaro e la mancanza di coordinamento nazionale unita alle risposte sparpagliate da parte dei governi delle citta e dello stato, con alcune riaperture prima di quanto raccomandato dagli esperti di salute.

Un ministro della sanita provvisorio non addestrato sul campo sta presiedendo la risposta alla pandemia. Lo stesso Bolsonaro e malato di COVID-19 dopo aver ripetutamente contestato le raccomandazioni sulla distanza sociale e minato le restrizioni dell'attivita dei leader locali.

Le circa 7000 morti di COVID-19 del Brasile in ognuna delle ultime sette settimane equivalgono a diversi aeroplani carichi di brasiliani che si schiantano ogni giorno, ha detto ai giornali l'ex ministro della sanita Luiz Henrique Mandetta.

"Le persone sono diventate insensibili", ha detto Mandetta. "Quando dici: 'Ieri ci sono stati 1.300 morti', la gente dice, OK, quindi non e aumentato. Anche il giorno prima c'erano 1.300 persone."

I 2 milioni di casi del Brasile sono secondi solo agli Stati Uniti, e gli esperti ritengono che il numero sia un numero insufficiente a causa della diffusa mancanza di test. Un modello creato da professori di diverse istituzioni accademiche brasiliane, basato sul numero di decessi confermati, stima che il Brasile abbia avuto 10 milioni di infezioni.

"Il virus sarebbe stato comunque difficile da fermare. Ma questa pietra di 2 milioni di casi, che e molto sottovalutata, dimostra che cio avrebbe potuto essere diverso", ha affermato il dott. Adriano Massuda, specialista in amministrazione sanitaria e professore presso la Fondazione Getulio Vargas, un'universita di San Paolo. "Non esiste una strategia nazionale per i test, nessuna misura dall'alto, sforzi troppo limitati per migliorare le cure di base, quindi troviamo casi gravi prima che diventino troppo seri, nessuna tracciabilita".

Il virus ha iniziato a raggiungere citta e stati precedentemente risparmiati, compensando il declino altrove. Il numero di morti e diminuito negli Stati, tra cui Rio de Janeiro e Amazonas, dove le persone sono state sepolte in fosse comuni nella capitale, Manaus. Nelle ultime due settimane, 10 dei 26 stati del Brasile e il suo distretto federale hanno visto aumenti, con il raddoppio del numero medio di morti giornaliere di due stati del sud.

Bolsonaro ha costantemente minimizzato la severita di COVID-19, affermando che le severe misure di allontanamento sociale che sacrificano posti di lavoro e reddito alla fine saranno piu dannose del virus stesso e hanno invitato i sostenitori a incoraggiare i loro leader locali a revocare le restrizioni sulle attivita. Molti sindaci e governatori hanno faticato a mantenere la linea.

A Ribeirao Preto, una citta dello stato di San Paolo, mercoledi, per protestare contro i negozianti, e stato chiesto loro di riaprire. Circondarono la macchina del sindaco mentre lasciava il municipio, colpendo i vetri e imprecando contro di lui.

Campinas, una citta di 1,2 milioni di persone piu vicine alla capitale dello stato, ha adottato presto misure di quarantena, ma ha ceduto alla pressione politica e ha riaperto il commercio l'8 giugno, ha affermato Pedro de Siqueira, consigliere comunale di Campinas. Il centro della citta brulicava di acquirenti come un formicaio rovesciato, ha detto in un'intervista.

Due settimane dopo, il numero di decessi per COVID-19 era triplicato approssimativamente a 253, cosi come il numero di casi confermati, a 6.324. I letti di terapia intensiva sono stati riempiti con i pazienti, spingendo il sindaco a ripristinare le restrizioni al commercio il 22 giugno, ma consentendo agli uffici e alle chiese di continuare a operare.

"Campinas ha riaperto prematuramente ed erroneamente, supportato dal governo dello stato", ha detto Siqueira, che e anche un medico di sanita pubblica. "Questa riapertura e stata cosi catastrofica che Campinas ha dovuto fare un passo indietro, ma lo ha fatto solo parzialmente."

Da allora, il numero di casi e morti di Campinas e raddoppiato ancora una volta. Mercoledi la citta ha esteso le restrizioni fino al 30 luglio.

Daniel Soranz, ricercatore dell'istituto di biologia statale Fiocruz, ha dichiarato che il centro-ovest del Brasile, che comprende il cuore agricolo, sara l'ultima regione colpita dal virus. E, guardando alle morti per grave insufficienza respiratoria, sembra che il Brasile nel suo insieme abbia iniziato a girare l'angolo, ha detto. "Entro la fine di agosto, dovremmo essere in un posto molto migliore di oggi", ha detto Soranz.

A San Paolo, lo stato piu popoloso del Brasile con 46 milioni di residenti, il numero di morti si e stabilizzato a un livello leggermente inferiore al suo picco. Mercoledi scorso, in uno dei cimiteri della capitale, Michelle Caverni ha seppellito sua zia di 88 anni, morta di COVID-19 e affetta da enfisema polmonare. Lo stesso giorno un'amica di Caverni ha seppellito sua madre di 57 anni sempre di COVID-19.

Modellando dall'Institute for Health Metrics and Assessment dell'Universita di Washington, i progetti secondo cui il bilancio delle vittime del Brasile raggiungera quasi 200.000 entro novembre, quasi colmando il divario con quello degli Stati Uniti. La previsione ha un ampio margine di errore.

Ricerche correlate a Coronavirus Brasile: coronavirus, coronavirus brasile, brasile mille morti al giorno, brasile supera 2 milioni di casi di coronavirus.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 17 luglio 2020, by Linda Olivieri.