Nans Peters vince l'ottava tappa del Tour de France

LOUDENVIELLE, Francia - In una giornata di sentimenti contrastanti per la nazione di origine, il debuttante Nans Peters ha vinto l'ottava tappa del Tour de France dopo una lunga fuga nei Pirenei, mentre il collega francese Thibaut Pinot ha visto svanire le sue speranze di vincere la gara.

Peters faceva parte di un gruppo di 13 corridori che si sono staccati sabato nelle prime fasi della tappa di 141 chilometri (87,5 miglia) con tre salite punitive alla città di Loudenvielle.

Peters e Ilnur Zakarin si sono allontanati dai loro compagni in fuga nell'estenuante scalata di Port de Bales. Il francese ha poi usato le sue capacità in discesa per far cadere il suo rivale russo nella discesa e non ha mai guardato indietro.

"È pazzesco per il mio primo Tour", ha detto Peters, che corre per la società francese AG2R-La Mondiale. "Ho capito che in discesa era davvero pessimo, ho giocato con i miei punti di forza".

Il detentore della maglia gialla Adam Yates e altri contendenti al Tour, tra cui il campione in carica Egan Bernal e il favorito Primoz Roglic, hanno tagliato il traguardo 6 minuti e 40 secondi dopo.

Yates è stato vittima di una serie di attacchi nell'ultima salita, il Col de Peyresourde, ma è rimasto al comando dopo che Roglic non sembrava interessato a prendere l'ambita maglia all'inizio della gara. Roglic ha risposto ad ogni attacco negli ultimi 4 chilometri e ha dato l'impressione di poter andare da solo.

Nel complesso, Yates ha un vantaggio di tre secondi su Roglic, con il francese Guillaume Martin che completa il podio sei secondi più indietro.

La tappa ha distrutto Pinot, che si è rotto nel Port de Bales.

In sella ad altri contendenti, Pinot, che è caduto la scorsa settimana alla fine della tappa 1 e non si è ripreso completamente, è stato abbandonato nella seconda salita della giornata. Era accompagnato da tre compagni di squadra che gli hanno accarezzato gentilmente le spalle e hanno cercato di spronarlo. Toccandosi la parte bassa della schiena, Pinot non ha potuto reagire e le sue speranze per il Tour sono effettivamente finite - un anno dopo essere stato costretto a ritirarsi per un infortunio alla gamba sinistra. Ha raggiunto il traguardo più di 25 minuti dopo Peters.

"Non potevo pedalare, è così", ha detto Pinot, terzo classificato nel 2014. "Non ho intenzione di lasciare il Tour, è stato complicato. Voglio scusarmi con i miei compagni di squadra e tutti i miei tifosi. Potrebbe essere un punto di svolta nella mia carriera. Ho passato troppi fallimenti."

Un altro grande perdente è stato Tom Dumoulin, il co-leader Jumbo-Visma con Roglic, che è stato sganciato su Peyresourde e ha perso più di due minuti sui favoriti.

Con due grandi salite, un'altra dura tappa dei Pirenei attende il gruppo domenica, portando i corridori da Pau a Laruns.

Il Tour, rimandato dal solito slot di luglio a causa del coronavirus, si conclude a Parigi il 20 settembre.

Ricerche correlate a Tour de France 2020: nans peters, tour de france, tour de france 2020 vincente nans peters.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 6 settembre 2020, by Mauro Lombardo.