Santa Sofia di Istanbul apre per le preghiere musulmane per la prima volta in 86 anni

Istambul, Turchia - Realizzando un sogno della sua gioventu orientata all'islam, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si e unito a centinaia di fedeli venerdi per le prime preghiere musulmane sanzionate dallo stato in 86 anni all'interno di Santa Sofia, il punto di riferimento di Istanbul che e servito come una delle cattedrali piu significative della cristianita, una moschea e un museo prima della sua riconversione in un luogo di culto musulmano.

Migliaia di altri fedeli musulmani vennero da tutta la Turchia e rapidamente riempirono aree appositamente designate al di fuori del monumento di epoca bizantina per unirsi alle preghiere inaugurali. Molti altri furono allontanati.

I leader della chiesa cristiana ortodossa in Grecia e negli Stati Uniti hanno annunciato un "giorno di lutto" per il ritorno di Hagia Sophia ad essere una moschea.

Le preghiere di venerdi sono iniziate con Erdogan che recita dal Corano. Il capo dell'autorita religiosa turca, Ali Erbas, ha guidato la cerimonia e ha pregato affinche i musulmani non avrebbero mai piu "negato" il diritto di adorare nella struttura del VI secolo celebrata a livello internazionale.

Circa 350.000 persone hanno preso parte alle preghiere di venerdi, ha affermato Erdogan.

Ignorando le critiche internazionali, Erdogan ha emesso un decreto che ripristinava l'iconico edificio come moschea all'inizio di questo mese, poco dopo che un'alta corte turca aveva stabilito che Hagia Sophia era stata illegalmente trasformata in un museo piu di otto decenni fa. La struttura, elencata come patrimonio mondiale dell'UNESCO, da allora e stata ribattezzata "La Grande Moschea di Santa Sofia".

La mossa ha suscitato sgomento in Grecia, negli Stati Uniti e tra le chiese cristiane che avevano chiesto a Erdogan di mantenerlo come museo in riconoscimento del patrimonio multi-religioso di Istanbul e dello status della struttura come simbolo dell'unita cristiana e musulmana. Papa Francesco ha espresso tristezza per il fatto che Hagia Sophia da museo e diventata una moschea.

Costruita dall'imperatore bizantino Giustiniano nel 537 d.C., Santa Sofia fu trasformata in una moschea con la conquista ottomana di Istanbul del 1453. Ma Mustafa Kemal Ataturk, il leader fondatore della secolare repubblica turca, converti la struttura in un museo nel 1934.

Sebbene un annesso a Hagia Sophia, il padiglione del Sultano, sia stato aperto per le preghiere musulmane dagli anni '90, i gruppi religiosi e nazionalisti in Turchia hanno desiderato a lungo l'edificio di quasi 1.500 anni, che considerano l'eredita del sultano ottomano Mehmet il Conquistatore, per tornare a servire come moschea.

"Questa e Hagia Sophia che si stacca dalle sue catene di prigionia. E stato il sogno piu grande della nostra giovinezza", ha detto Erdogan la scorsa settimana. "Era il desiderio del nostro popolo ed e stato realizzato."

Erdogan ha descritto la sua conversione in un museo da parte dei leader fondatori della repubblica turca come un errore che veniva rettificato.

Nella vicina Grecia, le campane hanno suonato e le bandiere hanno suonato a mezzo personale in centinaia di chiese in tutto il paese per protesta. Il leader della Chiesa greco-ortodossa, Archbishiop Ieronymos, a tenuto un servizio speciale nella Cattedrale di Atene venerdi. Anche le chiese di Atene e della seconda citta piu grande della Grecia, Salonicco, organizzano veglie.

"Oggi e una giornata difficile. Un'ombra incombe su di noi con la trasformazione di Hagia Sophia in una moschea, qualcosa che sciocca sinceramente i cristiani di tutto il mondo e non solo i greci", ha detto il portavoce del governo greco Stelios Petsas in un'intervista con il canale privato Open TV. "Abbiamo avvertito per qualche tempo che cio creera un divario incolmabile tra la Turchia e il mondo cristiano".

La storia e le tradizioni religiose dell'impero bizantino cristiano prevalentemente di lingua greca e ortodossa rimangono influenti in Grecia. Le proteste contro Hagia Sophia si verificano anche in una disputa instabile tra la Grecia e la Turchia sui diritti minerari nel Mediterraneo orientale, con l'esercito greco in allerta per un previsto studio marittimo turco nelle acque rivendicato dalla Grecia.

A New York, l'arcidiocesi greca ortodossa d'America ha definito le preghiere inaugurali a Hagia Sophia un "appropriazione indebita culturale e spirituale e una violazione di tutti gli standard di armonia religiosa e rispetto reciproco". L'arcivescovo Elpidophoros d'America ha tenuto un incontro con il presidente Trump e il vicepresidente Mike Pence a Washington giovedi per discutere delle preoccupazioni sulla riconversione.

La Turchia ha promesso di proteggere i manufatti di Santa Sofia e ha affermato che rimarra aperta alle visite di musulmani e non musulmani al di fuori delle ore di preghiera. I mosaici della struttura raffiguranti figure cristiane sono stati coperti con tende bianche a vela durante le preghiere.

Ricerche correlate a Santa Sofia di Istanbul: santa sofia, santa sofia istanbul, prima preghiera a santa sofia.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 25 luglio 2020, by Sara D'Agostino.