La settimana della moda di Parigi viene trasmessa in streaming, i critici guardano al futuro

PARIGI - La pandemia di coronavirus ha instillato ulteriore imprevedibilita nella gia instabile settimana della moda di Parigi. Dopo aver prima annullato gli spettacoli di luglio per uomo e Haute Couture, la federazione francese della moda ha ora organizzato un programma senza precedenti di eventi solo digitali.

Le migliori case come Chanel, Dior ed Hermes mostreranno online le loro nuove collezioni couture autunno-inverno 2020/2021 e le loro collezioni uomo-primavera 2021 primavera-estate online, ma senza ospiti celebri, senza redattore capo Vogue Anna Wintour e nessuno dei soliti frenetici circhi mediatici.

A nessuno del pubblico sara permesso di vedere gli abiti di persona, alcuni spettacoli saranno trasmessi in streaming live e altri potrebbero essere preregistrati.

"Si tratta di acque inesplorate in questa stagione, un gioco di palla completamente nuovo", ha dichiarato Jessica Michault, direttore generale della rivista ODDA.

Chanel trasmette in streaming live il suo spettacolo di alta moda martedi dopo aver pilotato un simile approccio nella sua collezione Cruise a giugno. Hermes presenta il suo spettacolo come "esperienza" digitale in due giorni separati, uno trasmesso in streaming dal vivo e la seconda come riproduzione video.

Dior Men's sta organizzando uno spettacolo digitale, mentre Dior Couture sta rivelando una "sorpresa" per gli editori, che ammireranno e rivedranno scintillanti chiffon di seta e taffetas diafane dalla comodita dei loro divani.

Valentino, nel frattempo, sta andando in "canaglia" in questa stagione svelando un'anteprima online durante la sua slot couture assegnata mercoledi di quella che promette di essere una performance dal vivo a Roma per la fine del mese. Dice che l'evento successivo "riunira il tocco umano e quello digitale, creando un dialogo in cui nessuno dei due prendera il comando". Non e stato detto se cio significhi che ai membri effettivi del pubblico sara consentito di partecipare o se verranno forniti dettagli.

Il nuovo calendario digitale della settimana della moda di Parigi non fa male a tutti. Normalmente, c'e uno spettacolo ufficiale all'ora, che consente alle auto che consumano gas di attraversare Parigi trasportando i redattori da e verso i luoghi. Ma poiche non e necessario viaggiare in questa stagione - a parte la cucina, il soggiorno e il rabbocco di acqua minerale e caffe - gli spettacoli sono stati distanziati di soli 30 minuti, raddoppiando effettivamente la quantita di spettacoli sul calendario. Le nuove lacune sono state popolate da case piu piccole che normalmente non avrebbero potuto dare un'occhiata e neofiti di abbigliamento maschile come Ernest W Baker, Alled-Martinez, Cool TM ed Egonlab.

"Questa stagione avra sicuramente cambiato l'industria della moda andando avanti, in particolare per i marchi piu piccoli, poiche la strada digitale puo dare a loro una maggiore visibilita, essendo nel calendario", ha detto Michault. In questa stagione il calendario vanta un record di 68 spettacoli maschili per cinque giorni.

E troppo presto per dire se questo suonera la campanella della morte per la tradizionale sfilata di moda, ma per la Haute Couture, molti critici della moda avvertono che questo approccio non puo rendere giustizia all'arte della moda di lusso e semplicemente non ci riuscira.

"Parigi e il luogo in cui i designer mostrano idee e le idee non possono nascere a meno che gli spettacoli non vengano presentati a testimoni respiratori, che possono testimoniare con emozione di vivere abiti e allestimenti scenici", ha dichiarato Long Nguyen, critico freelance che ha trascorso decenni osservando la moda da le prime file.

"E come andare fisicamente in Tibet o vederlo online - non e la stessa esperienza. Per i vestiti commerciali lo streaming digitale va bene, ma non per l'alta moda", ha aggiunto.

La settimana della moda di Parigi ha affermato che la prossima stagione, nel pret-a-porter femminile di settembre, ci sara un ritorno allo stile "normale" di spettacoli fisici, ma data la persistente minaccia della rinascita del virus, le case dovranno probabilmente cambiare il modo in cui mostrano i loro vestiti. Le case di Parigi potrebbero dover affittare spazi piu grandi per aderire alle regole di allontanamento sociale o ridurre le dimensioni del pubblico.

"Entrambi i marchi diventeranno grandi in luoghi giganti come Louis Vuitton o diventeranno piccoli e selezioneranno la lista degli ospiti con meno ospiti. O passa al digitale. Niente e meglio di essere a una sfilata di moda, sedersi in prima fila e vedere i vestiti da vicino", ha detto Michault.

Milano Moda Uomo che inizia il 14 luglio, proprio mentre termina la stagione parigina e dura quattro giorni - ha anche annunciato un calendario per lo piu digitale, con solo Dolce & Gabbana ed Etro che organizzano spettacoli dal vivo sulle passerelle, un mese dopo il solito.

L'epidemia di coronavirus e stata confermata in Italia durante gli spettacoli di Milano a febbraio, spingendo Giorgio Armani a tenere il suo spettacolo il 23 febbraio a porte chiuse, mentre il mondo della moda ha guardato dal vivo in streaming. Molti al momento si sono lamentati del fatto che il formato online semplicemente non funzionava come piattaforma per visualizzare e apprezzare i progetti. Tuttavia, il virus sembra che possa essere il catalizzatore del cambiamento in tutto il settore dell'alta moda.

Yves Saint Laurent e Gucci hanno usato lo spavento del coronavirus per ripensare il ritmo dell'industria della moda, annunciando che lasceranno alle spalle il ritmo quattro volte l'anno del calendario della moda, con il suo spostamento di fashioniste tra capitali globali.

La scorsa settimana, la storica casa parigina Mugler ha anche affermato che avrebbe consolidato tutta la sua produzione annuale in due spettacoli da quattro "per rispettare un piano di crescita costante e il ritmo creativo dell'atelier di Parigi".

Ricerche correlate a la settimana della moda di Parigi: settimana della moda di parigi, moda parigi 2020.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 06 luglio 2020, by Greta D'Agostino.