Tonno in scatola: tutto quello che c'è da sapere

Tonno in scatola. È una delle fonti più versatili, economiche e convenienti di proteine di alta qualità che puoi acquistare al supermercato è una soluzione perfetta per pranzi veloci o cene sostanziose.

È un alimento fondamentale in così tante famiglie che potremmo non pensare molto a quale marca acquistiamo o in che modo il pesce confezionato influisce sulla nostra salute e sulla salute dell'ambiente.

Tuttavia, ci sono un numero sorprendente di cose da tenere a mente quando si sceglie quale tonno in scatola acquistare e quanto spesso mangiarlo. Dovresti ripensare al tuo panino con insalata di tonno quotidiano? Prima di iniziare a fare scorta, pensa alle tue esigenze di salute specifiche.

Come il tonno in scatola influisce sulla tua salute

I nutrienti esatti nel tonno in scatola possono variare a seconda del tipo di pesce (tonno rosso, ricciola, ecc.). In generale, il tonno in scatola non è solo un'ottima fonte di proteine magre, è anche una buona fonte di nutrienti essenziali come acidi grassi omega-3, selenio e vitamina D. La razione di proteine grasse è di circa 2 grammi di grassi per porzione, con meno di 45 milligrammi di colesterolo e sodio. In altre parole, il tonno in scatola racchiude un pugno nutrizionale.

Detto questo, è importante che alcune popolazioni diffidino dei livelli di mercurio che si trovano spesso nel tonno. Poiché il tonno è un grande pesce predatore, è altamente suscettibile a ciò che gli scienziati chiamano biomagnificazione. Questo è ciò che accade quando pesci più grandi come il tonno mangiano animali più piccoli che contengono alti livelli di mercurio. Ciò si traduce nell'amplificazione della quantità di mercurio nel tonno. Pensala in questo modo: se un pesce piccolo contiene un po' di mercurio, è improbabile che ti influenzi molto, ma quando il tonno mangia più pesci piccoli, accumula tutto quel mercurio nel suo stesso corpo, diventando quindi più alto in mercurio che la sua preda. Di conseguenza, gli esperti di salute raccomandano alle donne incinte di non mangiare più di 350 grammi di tonno in scatola a settimana per evitare una dose troppo alta di mercurio, che può causare anomalie in un bambino in via di sviluppo.

Come trovare la qualità-prezzo di tonno in scatola

Se non fai parte di un gruppo ad alto rischio che ha bisogno di evitare il mercurio e sei un acquirente abbastanza regolare di tonno in scatola, allora è meglio assicurarti di ottenere il miglior rapporto qualità-prezzo. Innanzitutto, a seconda che tu stia preparando un'insalata, un panino con il tonno o lo mangi direttamente dalla lattina, il tipo di tonno che desideri può variare. Ad esempio, alcuni tonno in scatola sono confezionati con olio, che può offrire un sapore più complesso, mentre alcuni sono confezionati in acqua o addirittura aceto.

Quindi devi decidere se stai cercando tonno a pezzi o tonno in trancio. Una scatola di tonno a pezzi contiene una miscela di diversi tipi di pesce, mentre il tonno solido è un unico taglio di pesce. Il tonno a pezzi tende ad essere meno costoso del tonno in tranci, quindi se stai preparando un'insalata o un panino con il tonno e comunque tagli o schiacci il pesce, potrebbe avere più senso finanziario per te scegliere il tonno a pezzi.

E se stai cercando uno spuntino o un pranzo preconfezionato ad alto contenuto proteico, alcuni marchi vendono persino tonno che viene fornito in una borsa per un comodo consumo in movimento o già confezionato in diverse salse per eliminare la necessità di tempo di preparazione, quindi se vuoi il tonno nel menu, hai molte opzioni.

Problemi di sostenibilità con il tonno in scatola

L'acquisto della marca di tonno più "stravagante" o più costosa ti assicuri di acquistare il pesce pescato in modo più sostenibile, non è necessariamente così. Il luogo in cui il pesce viene catturato, il tipo di tonno e il metodo con cui viene catturato fanno tutti un'enorme differenza nel fatto che il tonno che stai selezionando sia sostenibile o potenzialmente dannoso per l'ambiente. Ad esempio, la pesca con "canna e lenza" e la "pesca a traina" sono due dei metodi più sostenibili per la cattura del tonno, poiché assomigliano di più al vecchio stile con un uomo e una canna che cattura il pesce.

Inoltre, alcuni tipi di tonno sono più in grado di ripopolarsi di altri. Lo skipjack, una specie a crescita rapida che è abbondante in tutto il mondo, è il tipo più sostenibile di tonno in scatola. Il tonno bianco è il secondo della lista, mentre la pinna gialla e tonno obeso lo sono raramente. E il tonno rosso dovrebbe essere evitato a tutti i costi, poiché è in pericolo di estinzione in molti luoghi.

Ricerche correlate: tonno, tonno in scatola.

L'articolo pubblicato su Notizie Inn in data 08 ottobre 2020, by D'Agostino.